Avvocato negli Stati Uniti e in Italia. Si occupa di diritto penale internazionale e transnazionale, di diritti umani internazionali, e di estradizione internazionale. È nella List Counsel della CPI, della STL, dell’International Residual Mechanism for Criminal Tribunals dell’ONU, dell’ISIL (Da’esh) e Al-Qaida Delisting Committee dell’ONU. In precedenza, è stata nominata avvocato di un teste della difesa al fine di evitare l’autoincriminazione nel caso Ongwen (CPI), è stata Legal Consultant pro bono per REDRESS Trust in Saif Al-Islam Gheddafi (CPI), ed ha fornito consulenza in merito ai ricorsi sui diritti umani di profilo penalistico alla Corte Edu. Nel 2003, ha svolto le funzioni di assistente giudiziario in procedimenti penali negli U.S., difendendo il suo primo importante caso penale nel 2004, essendo successivamente difensore in gravi e complessi casi, di rilievo statale e federale, fino al 2010. Tra il 2010 e il 2018, ha svolto attività forense a Roma in materia di diritto penale e di estradizione internazionale, concentrandosi in particolare sui reati connotati da elementi transnazionali o internazionali commessi negli USA e in altri Stati con risvolti penali in materia di diritto dell’immigrazione e di asilo difensivo. Ha fornito consulenza in merito alla legge statunitense nei procedimenti di estradizione passiva all’estero ed alla raccolta e contestazione delle prove, inclusa la base per il sottostante mandato, e ha svolto il ruolo di consulente giuridico in materia penale presso le autorità statali statunitensi in casi di estradizioni internazionali attive. Ha trattato anche casi di asilo al fine di contrastare : la tratta di esseri umani ai fini di sfruttamento sessuale, il matrimonio forzato, la gravidanza forzata, la mutilazione genitale femminile, la tortura, la schiavitù forzata, la gravidanza forzata per vendita infantile, la violenza sessuale in ambito familiare e la detenzione arbitraria. Ha rappresentato clienti provenienti dagli Stati Uniti, dalla Federazione Russa, dagli Stati balcanici, dagli Stati baltici, dall’Europa orientale e occidentale, dal Messico, dall’America Centrale e meridionale e dall’Africa. Nel 2016 ha ricevuto l’onorificenza da parte del Senato dello Stato del Massachusetts, consistente nella “Senate Citation” quale riconoscimento come consulente legale per il lavoro svolto contro la tratta degli esseri umani. Parla inglese (madrelingua), italiano (fluente), francese (professionale), spagnolo (professionale) e arabo (studio dei livelli 1&2).

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.