Con ordinanza n. 619 depositata in data 18 settembre 2020 la I sezione penale della Corte di Appello di Roma ha riconosciuto il vincolo della continuazione tra reati in fase esecutiva ed ha rideterminato la pena inflitta al condannato.