Con ordinanza depositata in data 23 gennaio 2020 la Corte di Assise di Roma dichiara prescritta la pena inflitta per i reati satellite avvinti dal vincolo della continuazione e ridetermina la pena in esecuzione inflitta dalla Corte di Assise di Roma con sentenza del 27 ottobre 2001.